La bicicletta vi accompagna sempre durante le vostre vacanze? Allora il Lago Maggiore è una delle mete da prendere in considerazione.
Un anello di 170 km, quasi completamente pianeggiante, percorribile in una sola giornata, se siete super allenati, o in un paio di giorni se volete affrontarlo con più tranquillità, magari fermandovi a visitare le meravigliose località lungo il percorso.

La particolarità di questo giro è data dalla sua ubicazione geografica tra Piemonte, Lombardia e Svizzera: il Lago Maggiore infatti divide il Piemonte dalla Lombardia nella parte italiana, e nella zona più a nord bagna le coste Svizzere.

Ma come organizzare il giro del Lago Maggiore? (fonte)

Non è una domanda sciocca!
Il consiglio dei ciclisti, pratici della zona, è di seguire il lago in senso antiorario nel periodo estivo e viceversa in quello invernale, è il modo migliore per avere la massima ombra possibile in estate e godere dei raggi del sole in inverno.

I ciclisti sul Lago Maggiore potranno godere, non solo del piacere della pedalata, ma avranno modo di attraversare e visitare luoghi di fascino, paesaggi naturali di rara bellezza, edifici storici e paesini caratteristici.

La parte paesaggisticamente meno appagante è solo quella più trafficata, che da Arona porta a Sesto Calende lungo il “Sempione”, ma arrivati a Sesto Calende, si inizia a salire lungo la sponda della provincia di Varese.
Angera, Ranco, Ispra, Arolo, fino ad arrivare a Laveno Mombello, la “Portofino del Lago Maggiore”. Da qui in poi, fino al confine svizzero, la strada sarà sempre bagnata dal lago ed è davvero uno dei tratti più suggestivi: il percorso segue la costa fino alla dogana di Zenna.

Da Laveno Mombello alla Svizzera avrete l’opportunità di toccare luogni ameni come la meravigliosa Calde’ con la sua Rocca, Porto Valtravaglia, Luino con il suo nuovissimo lungolago e Maccagno con le sue spiagge.  E’ d’obbligo un tuffo.

Il versante svizzero del Lago Maggiore

Il consiglio è quello di seguire le indicazioni, molto chiare, per la pista ciclabile che vi porterà a Locarno e poi ad Ascona.
Da qua in poi inizia il tratto che riporta in Italia verso la parte più rinomata e conosciuta del Lago Maggiore: in un attimo si può ammirare il golfo Borromeo con le sue tre isole, si toccano Baveno e Stresa, Belgirate, Lesa, Meina, con un susseguirsi di curve e Ville d’epoca.

Il turismo dei laghi è fatto anche di questo: non solo navigazione, vela o sport acquatici, ma anche percorsi su strada in moto o in bici e escursioni tra i paesi lungo la costa.

Avete intenzione di organizzare il giro del Lago Maggiore in bicicletta?  Vi consigliamo di provare anche la partenza da Luino.

Il nostro hotel a Luino è un tre stelle recentemente ristrutturato e può ospitarvi  in un ambiente confortevole e accogliente. Hotel Internazionale è un friendly hotel, che si distingue proprio per la sua filosofia di accoglienza e cordialità.

Prenotate direttamente con noi! Be smart! Book now